Cerca nel sito
info@ecosviaggi.com
0963253627
[simpay id=”4509″] [simpay id=”4510″] [simpay id=”4511″] [simpay id=”4512″]
  • 3 Luglio

    Partenza dai vari APT e ritrovo presso l’Apt di Milano Bergamo Orio al Serio. Operazioni di controllo e imbarco sul volo FR4578 in partenza alle 19.15 con arrivo previsto a Santiago alle ore 22:00. Trasferimento in Hostal e pernottamento.

    Tappa 1 – 4 Luglio SARRIA – PORTOMARIN (21km)

    Sveglia e Colazione. Trasferimento a Sarria, ove avrà inizio la prima tappa del Pellegrinaggio; il cammino lascia Sarria e s’inizia la giornata attraversando prima Veley e Barbadelo poi. In questo secondo paesino si ammira la chiesa di Santiago, dichiarata Monumento storico Nazionale, costruita nel secolo XII: è uno dei migliori esempi di romanico galiziano. Altro paese che si incontra lungo il cammino è Rente al quale segue Marcado de Serra. L’itinerario prosegue per Xisto del Camino, Leiman, Pana, Cortinas, Lavandeira, Casal, Brera, Morgade sino ad arrivare a Mercadoiro, ove sono evidenti ancora le tracce dell’antica strada. Si attraverseranno anche i piccoli centri di Parrocha e Vilachà, paesino rurale dove si conservano le rovine del Monastero di Lioio, culla dei Cavalieri dell’Ordine di Santiago. Emerge in questo paesino l’ermo di Santa Maria di Lioio con muri di stile visigoto. Infine dopo aver percorso altri borghi tipici si inizia a scorgere Portomarin. Arrivo e pernottamento in Albergues, cena e pernottamento

    Tappa 2 – 5 Luglio PORTOMARIN- PALAS DE REI (24km)

    Dopo la colazione riprende il Cammino che attraverserà numerosi borghi della regione della Galizia. In Questa tappa si attraverserà Toxibò, Gonzar, Castromayor, Hospital da Cruz, Ventas de Naron, enclave importante nell’epoca medioevale, Prebisa, Lameiros, dove ci si può fermare per visitare la Cappella di San Marco. L’Itinerario avanza ed entra a Ligonde, paese in cui si fermarono nel loro pellegrinaggio Carlo V e Filippo II nel 1520, e dove a ricordo di questo passaggio è piantata per terra una semplice croce di pietra. Si può visitare anche la Chiesa di Santiago, con il suo antico cimitero dei pellegrini. Si continua il percorso verso Portos, dove il pellegrino può lasciare per un momento l’itinerario principale ed avvicinarsi a Vilar de Donas, paesino nel quale c’è un bel tempio romani-co maestoso con pitture gotiche del secolo XVI. Ripreso il Cammino principale, si attraversa Lastedo e Valos prima di giungere a Palas de Rei, meta della tappa. Arrivo e sistemazione. Cena. Pernottamento in Albergue.

    Tappa 3 – 6 Luglio PALAS DE REI – ARZUA (29km)

    Dopo la colazione si ricomincia il Cammino attraversando San Julian del Camino, piccola città ove sorge una interessante chiesa romanica. Si prosegue poi per Outeiro da Ponte, nel cui territorio si trova Castello do Pambre, una delle fortezze meglio conservate in Galizia. Attraverseremo Pontecampana, Mato Casanova, Porto de Bois e Campanellino. Il primo Paese che si incontra dopo aver passato il confine con la Coruna è Coto. Si procede sino a giungere a Melide, che ha una posizione centrale nel Cammino di Santiago, qui si fonde il Cammino francese con gli altri provenienti da Oviedo. All’ingresso di Melide il pellegrino può ammirare una croce in pietra del XIV secolo, uno dei più antichi in Galizia. Continua il pellegrinaggio via Carballal, Ponte das penas, Raido, Bonete e Castaneda. In quest’ultimo paese si trovano i forni a calce per la costruzione della cattedrale di Santiago; si narra che i pellegrini che passavano da qui portavano una pietra ciascuno verso Santiago aumentando così la loro penitenza. Dopo un bel ponte medioevale, si passa per Ribadiso, e dopo questo paese si raggiunge Arzua. Arrivo e sistemazione. Cena. Pernottamento in Albergue.

    Tappa 4 – 7 Luglio ARZUA-ARCA DO PINO (20km)

    Colazione e inizio del Cammino. Domani in allegria arriveremo a Santiago de Compostela. Il percorso oggi è breve e tranquillo, attraverseremo Las Barrosas, dove si trova l’eremitaggio di San Lazzaro ed il Mulino dei Francesi. Attraversa poi Calzada, Calle e Salceda ove si potrà omaggiare il pellegrino belga morto improvvisamente nell’agosto 1989 e nel cui onore è stato costruito un piccolo monumento. Si va avanti sino a Brea e Sant’Irene, per concludere a O Pino. Arrivo e sistemazione. Cena. Pernottamento in Albergue.

    Tappa 5 – 8 Luglio ARCA DO PINO – SANTIAGO DE COMPOSTELA (19km)

    Colazione e inizio del Cammino. È arrivato il giorno tanto atteso e sudato, ha inizio l’ultima tappa del Cammino grazie al quale abbiamo percorso una buona parte del territorio spagnolo e potuto ammirare bellezze naturalistiche, paesaggistiche, storiche. Attraverseremo Burgo, Arca, San Anton, Amenal e San Paio. Si entra poi a Lavacolla, il luogo dove gli antichi pellegrini si lavavano e cambiavano d’abito per entrare finalmente in Santiago de Compostela. Arrivo alla Cattedrale, ritiro delle compostellane e trasferimento in Albergue. Sistemazione. Cena. Pernottamento in Albergue

    Tappa 6 – 9 Luglio SANTIAGO DE COMPOSTELA –

    Mattinata a Santiago Prima colazione in Albergue. Giornata a disposizione per visitare la cittadina con le sue affascinanti piazze stradine tipiche porticate. All’interno della Cattedrale la tradizione invita i pellegrini a seguire vari rituali: l’abbraccio a San Giacomo, il rito della Riconciliazione, la partecipazione all’Eucaristia. Nel pomeriggio, possibilità per chi lo desidera di arrivare in bus sino a Finis Terrae. E’ luogo spettacolare che ci permette di continuare ad ammirare paesaggi, spiagge e posti bellissimi della costa galiziana. Il pellegrino tradizionalmente raggiunta la città di Santiago ed aver pregato sulla tomba del santo apostolo di Gesù, dopo essersi purificato con il bagno nelle gelide acque dell’Oceano Atlantico e dopo aver aver bruciato i vestiti indossati durante il cammino assiste al tramonto nel punto più estremo della costa europea, Fisterra. Rientro in bus a Santiago, Cena. Pernottamento in Albergue.

    Tappa 7 – 10 Luglio SANTIAGO DE COMPOSTELA-ITALIA

    Sveglia e colazione. Tempo libero a disposizione dei pellegrini. Nel pomeriggio trasferimento presso APT di Santiago. Espletamento operazione di imbarco alla volta dell’apt di Bergamo Orio al Serio. Partenza con volo FR delle ore 16:25 e arrivo previsto a Bergamo alle ore 18:50. Imbarco sui rispettivi voli di rientro. FINE DEI SERVIZI.

  • SARRIA – Albergue Credencial TAPPA 1 – 3 LUGLIO
    http://www.http://alberguecredencial.es/

    PORTOMARIN – Albergue Pasiño a Pasiño TAPPA 2 – 4 LUGLIO
    http://www.alojamientocaminoportugues.com/

    PALAS DE REI – Albergue O Abrigadoiro TAPPA 3 – 5 LUGLIO
    http://https://abrigadoiro.es.tl/

    ARZUA – Albergue don Quiqote o Rua TAPPA 4 – 6 LUGLIO
    http://alberguedonquijote.com/el-albergue/

    ARCA O PINO- Albergue Edreira TAPPA 5 – 7 LUGLIO
    http://www.albergue-edreira.com/

    SANTIAGO DE COMPOSTELA – Hotel Exe Area Central TAPPA 6 – 8 e 9 LUGLIO
    https://www.exehotels.com/exe-area-central.html/

  • Quota individuale di partecipazione € 650,00
    Trasferimento per/da Napoli-Catania-Bari € INCLUSO IN QUOTA
    Quota da Milano € 650,00
    Quota trasporto zaini pro die a collo € 3,00

    La quota comprende

    La quota comprende

    : Volo A/R BGY-SCQ-BGY e SUF-BGY-SUF o altri APT Serviti da FR; Bagaglio 10 kg e priorità; Quota di iscrizione e Compostellana; Copertura assicurativa Rc-Assistenza-Medico-Bagaglio e Annullamento con Europ Assistance; Kit del Pellegrino; Trasferimenti interni da Santiago de Compostela a Sarria A/R; Pernottamento in Albergues,in camerate di 2,4,6,10 posti con Bagni in camera o in comune; Cena e colazione; Assistente Tecnico, Guida Spirituale per tutto il percorso. La quota non comprende: Escursione a Finis Terrae; Mance; Extra di natura personale e bevande, tutto quanto non menzionato in “la quota comprende” NB: Il trasporto dello zaino lungo le tappe del Cammino è facoltativo, va richiesto e pagato in loco al momento di lasciare l’Albergue del Pellegrino il mattino presto. Le strutture utilizzate sono adeguate al tipo di Pellegrinaggio effettuato, tutte di categoria 2*. Non sono previste camere singole o matrimoniali. È richiesta adattabilità e flessibilità

  • Nello zaino occorre mettere solo lo stretto necessario, considerato i parecchi kilometri da percorrere a piedi. L’esperienza insegna che il peso eccessivo sulla schiena diminuisce la forza fisica con pregiudizio di gambe e ginocchia. Inoltre è bene ricordare di vivere in modo essenziale durante il Pellegrinaggio, il vestiario del Pellegrino, infatti, è cambiato nel corso dei secoli e col trascorrere del tempo sono divenuti classici indumenti, il bastone, la “calabaza” (che serviva da borraccia), una borsa e la conchiglia. Ciò che è imprescindibile per il Pellegrino di oggi è lo zaino (leggero ed anatomico) un impermeabile che copra lo zaino, una giacca a vento, lo stretto necessario per l’igiene personale, un paio di infradito di gomma per quando si fa la doccia, una tuta, materiale basilare per ferite o escoriazioni e protezione (disinfettante, garze, cotone, cerotti, crema solare, ago per vescichette, vasellina, antizanzare, antistaminici in caso di allergia, antidolorifici). Importante portare con sé cappello ed occhiali da sole, ma soprattutto Carta di identità e tessera sanitaria. Possono essere utili anche un coltellino multiuso e una piccola pila. Calzature adeguate sono considerate le scarpe da Trekking o scarpe apposite da cammino, preferibilmente leggere e soprattutto non nuove, al contrario devono essere state molto usate ed i piedi devono essere stati abituati a calzarle. È consigliabile una fasciatura per evitare distorsioni alle caviglie, che sia impermeabile e traspirante per prevenire eventuali problemi derivanti dalla eccessiva sudorazione. Può essere utile indossare anche due paia di calzini (uno di cotone fine, l’altro di tessuto più spesso sopra), l’importante è che siano traspiranti. Un semplice bastone ad altezza uomo può rappresentare un validissimo aiuto e supporto, così come il cappello, che proteggerà dal sole ed intemperie incontrate lungo il tragitto.

    OPERATIVO VOLI: Per i trasferimenti da Bari—Catania—Napoli—Roma chiamare direttamente i nostri uffici.
    Milano Bgy – Santiago SCQ – 3 Luglio 2019 – FR4578 ore 19:15
    Santiago SCQ -Milano Bgy – 10 Luglio 2019 – FR4579 ore 16:25

  • 1 GIORNO: ITALIA – ISRAELE

    Ore 12:45 Ritrovo dei signori partecipanti presso il Terminal 2 di Milano Malpensa. Consegna del materiale di Viaggio da parte del nostro assistente tecnico che seguirà il gruppo per tutto il viaggio. Procedure di controllo. Operazioni di Check in e partenza alle ore 14:45 con volo per Tel Aviv – Bengurion. Arrivo a Tel-Aviv. Controllo passaporto. Incontro con l’autista e trasferimento in bus privato. Prosieguo per Nazareth. Arrivo in serata in Hotel, (Mayaan Rimonim o similari) e sistemazione. Trattamento di pensione completa.

    2 GIORNO: HAIFA-MONTE TABOR-NAZARETH

    Trattamento di pensione completa. In mattinata partenza per Haifa con visita al Monte Carmelo, Stella Maris. Proseguimento per il monte Tabor. Basilica della Trasfigurazione. Proseguimento per Nazareth e Pranzo. Visita di Nazareth: Basilica dell’Annunciazione, (Santa Messa) la Casa di S. Giuseppe, la Fontana della Vergine, il mercato arabo, la Sinagoga, il Museo Francescano.

    3 GIORNO: CANA-TIBERIADE

    Trattamento di Pensione completa. Partenza per Cana e Visita. Lago di Tiberiade. Visita di Tabga, santuario della Moltiplicazione dei Pani e dei Pesci. Chiesa del Primato. Proseguimento per Cafarnao per la visita degli scavi e del Memoriale di S. Pietro. Visita del Monte delle Beatitudini. Messa e pranzo. Pomeriggio: traversata del lago di Galilea in battello. Rinnovo delle promesse battesimali presso il Giordano. Rientro in Albergo. Cena e pernottamento

    4 GIORNO: JORDAN VALLEY– GERICO – BETLEMME

    Trattamento di pensione completa. Partenza per la Valle del Giordano. Visita di Qumran. Visita panoramica di Gerico, Monastero della Quarantena e pranzo. Monastero di S. Giorgio in Kotziba. Wadi Kelt. Messa a Betania o altro luogo. Proseguimento per Betlemme o Gerusalemme a seconda della sistemazione in Albergo. Cena e pernottamento.

    5 GIORNO: EIN KEREM—BETLEMME

    Trattamento di pensione completa. Visita di Ein Kerem, Santuario della Visitazione e della Nascita di San Giovanni Battista. Prosieguo per Betlemme, visita della Basilica della Natività, Grotta del Latte, Visita del campo dei pastori Messa e Pranzo. In serata incontro con il personale del Caritas Baby Hospital di Betlemme.

    6 GIORNO: GERUSALEMME

    Trattamento di pensione completa. Intera giornata dedicata alla visita di Gerusalemme. Monte degli Ulivi, Betfage, la Chiesa del Pater Noster. Il Dominus Flevit, il Giardino del Getsemani, Basilica dell’Agonia. Pranzo. Visita al monte Sion, alla basilica della Dormizione, tomba di Davide, cenacolo. Muro Occidentale o del Pianto. Rientro in Albergo. Cena e Pernottamento.

    7 GIORNO: GERUSALEMME

    Trattamento di pensione completa Città vecchia. Muro del pianto, Piscina Probatica, la basilica di S. Anna, la Flagellazione, Via Dolorosa, mercato arabo, Calvario, S. Sepolcro. Cardo massimo. Pranzo. Pomeriggio a disposizione del Pellegrini. Santa Messa. Rientro in Albergo. Cena e Pernottamento.

    8 GIORNO: GERUSALEMME – ITALIA

    Colazione – Tempo a disposizione per i pellegrini. Pranzo e Visita di Niccopolis-Emmaus- Messa – Prosieguo per l’Aeroporto di Tel Aviv – procedure di controllo. ore 17:35 Operazioni di Check in e imbarco partenza alle ore 20:35 per l’aeroporto di destinazione. Arrivo a Milano alle 23:55. Fine dei servizi.

  • Documenti in Israele :
    Ai cittadini italiani (adulti e minori) è richiesto il passaporto individuale regolarmente bollato con validità residua di almeno 6 mesi oltre la data di partenza. Si consiglia comunque di far riferimento alla Questura per ulteriori informazioni. Non è previsto alcun rimborso per chi si presentasse alla partenza con un documento scaduto o non valido.
    Visto in Israele
    Necessario solo per soggiorni superiori ai 90 giorni. Consigliamo di non avere sul passaporto timbri e/o visti di Paesi quali: Siria, Yemen, Iran, Libano, Libia. All’arrivo a Tel Aviv si può richiedere di NON apporre il timbro sul passaporto, dicendo ‘NO STAMP PLEASE’: resta comunque a discrezione del poliziotto di frontiera.
    Sicurezza
    I controlli per la sicurezza vengono eseguiti regolarmente e in maniera accurata sia in Italia che in Israele alla partenza, per garantire protezione e incolumità. Le autorità israeliane apprezzeranno la vostra pazienza e comprensione. Ricordiamo a tutti i nostri passeggeri in rientro da Tel Aviv che all’aeroporto di Ben Gurion, prima di accedere al banco della compagnia aerea, esiste un controllo supplementare a cura della Sicurezza Israeliana Aeroportuale. Tale controllo consiste in una intervista personale sul pellegrinaggio appena svolto: a norma di questo regolamento è normalmente impedito al nostro assistente locale di assistervi. Se non parlate inglese il personale della sicurezza israeliana interagirà con voi o attraverso un interprete o attraverso l’ intervista scritta e tradotta in italiano alla quale potrete rispondere semplicemente con dei cenni non verbali. Dopo aver terminato questo controllo, che talvolta prevede l’apertura del bagaglio, potrete trasferirvi al banco della compagnia aerea, procedere alla spedizione del bagaglio ed accedere all’area dell’imbarco.
    Bagaglio
    Da stiva: 20 kg. A Mano: di norma è consentito portare un bagaglio a mano le cui dimensioni totali non potranno superare cm 115 e dal peso massimo di 7 Kg.
    Clima e Abbigliamento
    Pur trattandosi di un’area relativamente piccola, la morfologia del territorio e, di conseguenza, le condizioni climatiche variano da regione a regione: da estati umide e inverni miti sulla costa si passa a estati secche e inverni moderatamente freddi nelle regioni collinari, come Gerusalemme, mentre nelle aree al di sotto del livello del mare (lago di Tiberiade, Mar Morto) il clima è sempre più caldo e secco. Consigliamo di portare abbigliamento pratico e sportivo (tra gli altri scarpe comode, soprabito e/o impermeabile, cappellino, ecc) a seconda della stagione. L’ingresso ad alcuni luoghi sacri (di tutte le religioni) è vietato a chi non indossa abiti adeguati.
    Lingua
    Israele ha il privilegio di ospitare una popolazione molto varia di provenienze etniche, culturali e sociali diverse. Le lingue ufficiali ed obbligatorie nelle scuole sono l’ebraico (Israele), l’arabo e l’inglese. Il francese, lo spagnolo, il tedesco, l’italiano, lo yiddish, il russo, il polacco e l’ungherese sono lingue molto diffuse.
    Cibi
    Per coloro che necessitano di diete particolari, soffrono di intolleranza od allergie consigliamo di provvedere a portarsi il necessario, in quanto non sempre e dovunque sarà possibile esaudire le diverse richieste.
    Programma di viaggio
    Il programma potrebbe subire delle variazioni per ragioni logistiche. Sarà fatto il possibile per garantire l’intero svolgimento del programma e di tutte le visite, che potranno subire modifiche di ordine cronologico e salvo casi di forza maggiore (ordine pubblico, motivi di sicurezza, etc.). Il programma prevede la celebrazione, ove possibile, giornaliera della Santa Messa durante l’itinerario.
    Betlemme e territori palestinesi
    Con la recente situazione politica in Israele, occorre differenziare il territorio israeliano vero e proprio e la Cisgiordania. Betlemme è sito in Cisgiordania ed è stata aperta una frontiera per accedervi: il che potrebbe procurare ai gruppi in pernottamento a Betlemme qualche disagio nel muoversi per le visite al di fuori della città, in quanto per uscire e rientrare dai territori occorre il passaggio tramite la frontiera, con relativo controllo dei documenti e dei bagagli. I tempi di frontiera non sono prevedibili in alcun modo. Tassativo avere sempre con sé il passaporto.
    Valuta in Israele
    La moneta ufficiale in Israele è il Nuovo Shekel (NIS) Acquisti di merci o servizi possono essere pagati in Dollari o in Euro. Le carte di credito sono accettate nei negozi, nei ristoranti e negli alberghi.
    Telefoni in Israele
    In Israele i telefoni pubblici funzionano con le schede telefoniche in vendita presso uffici postali, edicole, chioschi, bar. Il prefisso internazionale per chiamare Israele è 00972. Il prefisso per chiamare l’Italia da Israele è 0039
    Fuso orario in Israele
    Un’ora in più rispetto all’ora solare italiana.
    Mance
    Le mance sono obbligatorie i Terra Santa. È buona consuetudine, a fronte di un buon servizio, lasciare una mancia all’autista, nei ristoranti, negli alberghi e per il facchinaggio. Generalmente, vengono richieste in loco ai partecipanti, ma nel caso specifico, sono incluse nel pacchetto e corrispondono ad €30.00 per persona. Il nostro assistente o la guida si occuperà di consegnarle alle persone interessate.
    Shopping
    E’ una consuetudine consolidata prevedere 2 fermate “Shopping” a discrezione dell’autista: l’acquisto è chiaramente facoltativo e non compromette lo svolgimento del programma
    Apparecchi elettronici in Israele
    La corrente elettrica viene erogata ovunque a 220 volt. Le prese sono come quelle europee sono adattabili a quelle italiane purché prive del connettore centrale (la terra). Altrimenti consigliamo di procurarsi un adattatore universale.
    Lingua
    Le lingue ufficiali ed obbligatorie nelle scuole sono l’ebraico, l’arabo e l’inglese.
    Vaccinazioni
    Nessuna vaccinazione è obbligatoria.
    Festività
    In Israele le festività sono legate alla religione ebraica. Il giorno festivo è il sabato: ogni attività termina il venerdì pomeriggio in base all’orario dello Shabbat e riprende la domenica mattina. Per i musulmani il giorno festivo è il venerdì. Per i cristiani il giorno di festa è la domenica.


[/tab_item]

  • Le nostre date dalla Calabria:

    26 Giugno – 1 Luglio (6G-5N)

    24 Luglio – 29 Luglio (6G-5N)

    24 Agosto – 28 Agosto (5G-4N)

    25 Settembre -2 Ottobre (8G-7N)

    Primo giorno – Partenza dalla Calabria

    Ritrovo presso i luoghi designati e trasferimento con Bus verso l’APT di Napoli o Bari. È possibile salire ai caselli della Salerno Reggio Calabria da Sant’Onofrio fino a Napoli o Bari. Arrivo a Napoli o Bari. Procedure di Check in e imbarco su volo di Linea Easy Jet o Volotea, secondo gli orari comunicati una settimana prima della partenza. Arrivo a Spalato operazioni di Sbarco e controllo documenti. Trasferimento in Bus per l’hotel a Medjugorje. Sistemazione in Hotel. Cena a seconda dell’orario di arrivo. Inizio del pellegrinaggio e presentazione del programma. Passaggio in parrocchia e preghiera comune. Cena e Pernottamento

    giorni di permanenza a Medjugorje

    Seguendo la liturgia del Parrocchia di San Giacomo si pregherà sulla collina del Podbrodo con la preghiera del Santo Rosario, il monte Krizevac ( salendo si vivrà la via Crucis ).
    Adorazione Eucaristica e visite alle comunità presenti a Medjugorje: Comunità Cenacolo , Macino Selo, Villaggio della Madre, ” la Famiglia Ferita”. Sarà inoltre possibile visitare la parrocchia di Tihalina ove è custodita la statua della Regina della Pace e le cascate di Kravice. Normalmente il 2 di ogni mese vi è l’apparizione pubblica alla quale è possibile partecipare. Sarà organizzata una testimonianza secondo la disponibilità delle Veggenti presenti a Medjugorje.

    Ultimo giorno – Rientro 

    Colazione in Albergo e rilascio delle camere. Trasferimento a Spalato in Bus – Operazioni di check in e imbarco. Partenza per Bari o Napoli secondo gli operativi comunicati in precedenza. Operazioni di sbarco e controllo documenti. Trasferimento in Bus e rientro in Calabria. Il programma potrebbe subire variazioni per esigenze tecniche o organizzative che saranno comunicate ai pellegrini durante il pellegrinaggio.

  • Medjugorje – HOTEL St. Benedict – 4 stelle

    http://www.medjugorjestbenedict.com

  • Quota individuale di partecipazione a partire da € 480,00
    Supplemento singola € 90,00
    Assicurazione annullamento viaggio  € inclusa
     Quota child (2-11 n.c) € 380,00

    La quota comprende

    La quota comprende: Trasferimenti in Bus GT da e per la Calabria. Volo Easy Jet da Napoli o Bari per Spalato con solo bagaglio a mano 55x40x20 di 8 Kg. Visite a Medjugorje ed escursioni per come dichiarato in programma, con guida spirituale. Assistenza Tecnica e Guida Spirituale. Trattamento di pensione completa in camera doppia o tripla in Hotel 4 stelle  (Cena-Colazione-Pranzo) con acqua e vino al tavolo, dal pranzo o cena del 1 giorno alla colazione dell’ultimo giorno di permanenza a Medjugorje. Assicurazione Medico Bagaglio RC. Kit del Pellegrino.

    La quota non comprende: Mance ed extra in genere, bevande alcoliche, spese personali e tutto quanto non viene menzionato nella dicitura “la quota comprende” Per confermare la partecipazione è necessario versare acconto 30% all’atto della prenotazione
    Nota Tecnica: il gruppo partirà al raggiungimento dei 30 partecipanti.

  • Il 24 giugno 1981 verso le ore 18, sei giovani della parrocchia di Medjugorje, Ivanka, Mirjana, Vicka, Ivan, Ivan e Milka, hanno visto sulla collina del Podbrdo, un’apparizione, una figura bianca con un bambino in braccio. Sorpresi e spaventati, non si sono avvicinati ad essa. Il giorno dopo alla stessa ora, quattro di loro, Ivanka, Mirjana, Vicka ed Ivan, si sono sentiti fortemente attirati verso il posto dove, il giorno precedente, hanno visto quella che hanno riconosciuto come la Madonna. Marija e Jakov li hanno raggiunti. Il gruppo dei veggenti di Medjugorje fu così formato. Hanno pregato con la Madonna ed hanno parlato con essa. Da quel giorno, hanno avuto le apparizioni quotidiane, insieme o separatamente. Milka Pavlovic ed Ivan Ivankovic non hanno mai più visto la Vergine.

    Il primo giorno i sei giovani videro una donna giovane e bellissima con un bimbo tra le braccia. Quella volta non disse loro nulla, ma fece solo loro cenno con la mano di avvicinarsi. Ma questi, stupiti e spaventati, non si avvicinarono affatto, sebbene avessero immediatamente pensato che si trattasse della Madonna.

    Come descrivono i veggenti la Madonna di Medjugorje nei dettagli? Segui questo link per la descrizione di Maria!

    Il secondo giorno, i ragazzi del nuovo gruppo che fu poi il definitivo, tutti d’accordo, alla stessa ora si recarono nuovamente sul luogo in cui il giorno prima era loro apparsa la Madonna, nella speranza di vederla nuovamente. Dopo una luce, con essa i ragazzi videro anche la Madonna, ma senza il bambino tra le braccia. Era indescrivibilmente bella, radiosa e sorridente. Con le mani faceva loro segno di avvicinarsi. I ragazzi si fecero coraggio e si accostarono a Lei. Immediatamente caddero in ginocchio ed iniziarono a recitare il Padre Nostro, l’Ave Maria ed il Gloria al Padre e la Madonna pregava insieme a loro, ad eccezione dell’”Ave Maria”. Dopo la preghiera, iniziò a parlare con i ragazzi. Ivanka le chiese subito di sua madre che era morta due mesi prima. Mirjana chiese alla Vergine un segno per far capire che i ragazzi non mentivano e non erano matti, come alcuni sostenevano.

    Alla fine la Madonna si congedò dai ragazzi con le parole: “Addio, angeli miei!“. Alla domanda dei fanciulli, se cioè sarebbe nuovamente apparsa loro il giorno seguente, rispose con un cenno affermativo del capo.

    Secondo la testimonianza dei ragazzi tutta la scena era stata indescrivibile. Quel giorno sul luogo in cui i ragazzi avevano visto la Vergine il giorno precedente non erano presenti Ivan Ivankovic e Milka Pavlovic. Al loro posto c’erano Marija Pavlovic e Jakov Colo. Da allora ai sei ragazzi, in base alla loro testimonianza, la Vergine appare regolarmente. Milka Pavlovic e Ivan Ivankovic che erano insieme agli altri veggenti il primo giorno, non l’hanno più vista sebbene successivamente si siano uniti agli altri nella speranza di vederla di nuovo.

    Nei giorni successivi la Madonna continuò a manifestarsi ai sei ragazzi e tuttora, dopo 30 anni, scende sulla terra tutti i giorni. Maria attualmente appare a 3 veggenti tutti i giorni (Marija, Ivan e Vicka) e agli altri 3 una volta all’ anno (Jakov, Ivanka e Mirjana). In realtà in questo periodo Mirjana vede la Madonna anche ogni 2 del mese, straordinariamente. La Gospa, come chiamano la Madonna in Bosnia Erzegovina, smette di apparire quotidianamente e inizia ad apparire annualmente ad un veggente quando gli ha annunciato il 10^ segreto. Marija, Ivan e Vicka ne conoscono 9.

    I segreti sono degli avvenimenti che si verificheranno su tutto mondo e che lo cambieranno, dopo di essi ci sarà il trionfo del Cuore Immacolato di Maria.

    Perchè la Madonna appare da 30 anni? Maria esorta continuamente il mondo alla conversione, e ci invita a usare questi 5 sassi per difenderci dal Golia, dal male:

    1. La preghiera col cuore, il Santo Rosario da recitare tutti giorni
    2. Il digiuno, il digiuno migliore è a pane e acqua, il mercoledì e venerdì
    3. La Santa Eucarestia
    4. La confessione mensile
    5. La lettura della Santa Bibbia

    La Madonna ha già dato centinaia di messaggi rivolti a tutto il mondo, attualmente lascia un messaggio il 2 di ogni mese a Mirjana, rivolto a “quelli che non hanno ancora conosciuto l’Amore do Dio”, e ogni 25 del mese a Marija.

PER LE TUE VACANZE E CROCIERE CLICCA QUI

Una vasta gamma di villaggi vacanze Alpitour, Eden Viaggi, Bravo Tour, Veratour,con preventivi ad hoc per le vostre richieste su Viaggi di Nozze, Tours, Crociere e molto altro. Contattaci per un appuntamento e un preventivo personalizzato. Non resterete delusi!

Chiama 09632533627

o contattaci all’indirizzo mail: booking@ecosviaggi.com

  • 31 Luglio Ritrovo dei partecipanti presso l’APT di Fiumicino e imbarco con volo TAP per Oporto. Ore 11.10 e arrivo alle ore 15.00. Trasferimento in Bus a Tui e sistemazione per come previsto dal programma.

    Tappa 1 – 1 Agosto Tui – O Porriño (19km) Tappa decisamente facile, sia per i dislivelli quasi inesistenti che per la breve distanza, si sviluppa interamente tra boschi e una ricca vegetazione, a tratti al lato del fiume Louro. Si incontrano due punti di ristoro nei primi 10km, dove è consigliato fare rifornimento di acqua e snack nel caso si sia senza, e più nulla per gli 8km rimanenti. Una variante inaugurata da pochi anni, ben visibile al km 10, permette poi di camminare lontano dalla brutta zona industriale di O Porriño e arrivare in città attraverso un piacevole sentiero nel verde e sul lungo fiume. All’uscita dal bosco incontriamo l’abitato e ci fermeremo nel nostro albergue. E se vuoi provare qualcosa di nuovo, assaggia il tipico pane di O Porriño, una delizia!

    Tappa 2 – 2 Agosto O Porriño – Redondela 15km Lasciamo O Porriño percorrendo un primo tratto, per fortuna breve, al lato della statale. Una freccia ti fa subito deviare verso una strada interna quasi per nulla frequentata, riportandoti sulla statale solo per attraversarla e lasciartela finalmente alle spalle. Per chi decide di partire col buio raccomandiamo sempre molta attenzione, non solo per la pericolosità di camminare su una statale, anche se accompagnati da una luce di posizione, ma anche nell’individuare frecce e mojon. Non saresti il primo a perdersi perché non ha visto l’indicazione. Si entra quindi finalmente nel bosco, circondati da pini ed eucalipti. Sopra le nostre teste aerei a bassa quota volano diretti al vicino aeroporto di Vigo, Una salita di quasi 150m di dislivello ci porta a 230metri d’altezza, in un punto panoramico dal quale possiamo vedere tutta la valle fino a Redondela. Da qui fino alla città però solo qualche casa e tanto asfalto. Redondela è una cittadina relativamente grande, provvista di ogni servizio. Nel caso tu abbia ancora energie, puoi fermarti qui per uno spuntino e raggiungere in un paio d’ore la località di Arcade, una località di mare all’interno di un fiordo.

    Tappa 3 – 3 Agosto Redondela – Pontevedra 18km Da Redondela imbocchiamo una stradina e attraversiamo su asfalto un caseggiato appena fuori dalla città. Una strada in salita poco frequentata, per fortuna con una fontana proprio a metà, e una successiva discesa, ci portano ad Arcade, cittadina sita proprio all’interno del golfo. A seconda dell’ora in cui raggiungerai la città, potrai vedere i due isolotti a pochi metri dalla spiaggia subire gli effetti della marea, con il calo e l’innalzamento del livello del mare. Una pausa in uno dei tanti bar e via che si ricomincia. Un bellissimo ponte romano, il Puente Sampaio, ad appena 1,7km da Arcade, ci accompagna fuori dalla città in un bel bosco, con vigne e fiumiciattoli. Si arriva così a costeggiare una strada, per fortuna poco trafficata, fino a Pontevedra. In alternativa è stata creata una variante che costeggia il fiume, un po’ più lunga rispetto alla prima ma certo più piacevole. Pontevedra, capoluogo di provincia, è una delle più importanti città della Galicia. Fondata dai romani e prosperata nel Medioevo grazie al suo importante porto commerciale, ha un complesso monumentale e storico di grande rilievo: pensiamo solo alla magnifica Basilica di Santa Maria Maggiore o al ponte romano. In questi ultimi anni ha subito inoltre una vera e propria innovazione urbana, inserendo molte zone pedonali e rendendosi più accessibile alla disabilità motoria. Insomma, una bella città da scoprire.

    Tappa 4 – 4 Agosto Pontevedra – Caldas de Reis 23km Si esce da Pontevedra attraversando il ponte vecchio: chiamato anche ponte del Borgo, è di origine romana ma con rimaneggiamenti medievali. Si comincia così a macinare chilometri tra boschi di eucalipto e natura, a volte su asfalto, altre volte su sentiero, si arriva a Caldas de Reis, una cittadina abbastanza grande e provvista di tutti i servizi. Sviluppatasi lungo le sponde del fiume Umia, Caldas de Reis ospita un grande giardino botanico, alla cui entrata puoi ammirare una parete con disegnato un mega cruciverba.

    Caldas de Reis – Padrón 18,5km Arrivati a Caldas si prosegue il percorso utilizzando il Bus locale per raggiungere la località di Padrón, una cittadina ben curata con un bel centro storico. Padrón ha una lunga storia alle spalle, strettamente legata al Cammino di Santiago. Innanzitutto di origine romana, Iria Flavia prese il nome da Flavio Vespasiano, che la usò per distribuire terre ai suoi legionari. Posta proprio sull’estuario del fiume Ulla, secondo la leggenda fu il luogo di approdo dei due discepoli di Giacomo il Maggiore che stavano trasportando le sue spoglie lontano da Gerusalemme. Fu da qui che si incamminarono verso nord per seppellire i resti del santo, esattamente nel luogo dove oggi sorge Santiago de Compostela. Iria Flavia era anche sede episcopale al momento del ritrovamento dei resti dell’apostolo, e infatti da lì arrivò il vescovo Teodomiro a confermare prima di tutti gli altri la notizia. Padrón é anche famosa per i suoi Pimientos de Padrón: peperoncini dolci verdi fritti, cosparsi di sale grosso, sono una vera leccornia che devi assolutamente provare prima di andartene.
    Questi gli orari del Bus da Caldas sono i seguenti 12:45, 14:50, 16:50. Pernottamento a Padron

    Tappa 5 – 5 Agosto Padrón – Santiago de Compostela 25kmUltima tappa e ultima fatica di questo Cammino Portoghese da Tui. Si affrontano quasi 25km di asfalto, per fortuna pochi al lato della statale e molti tra vigne, natura e piccoli caseggiati. L’unica cosa che conta a questo punto è arrivare. I chilometri segnati sui mojon cominciano ad essere sempre meno, e così il passo si allunga, la voglia aumenta e il sorriso si allarga. Lungo il tragitto bar e punti di ristoro ti permettono di ricaricare le energie in vista della meta. Una visuale stupenda della Cattedrale di Santiago appare all’improvviso davanti a noi quando mancano 6km all’arrivo! Un’ora e mezza che sembra non passare mai. Si entra a Santiago de Compostela dalla moderna zona universitaria, si attraversa il parco e si sale da Rua Do Franco fino alla bellissima Plaza de Obradoiro. Di fronte a noi la Cattedrale! Finalmente arrivati! Una massa di pellegrini seduti e sdraiati sul selciato della piazza, a godersi la soddisfazione e la felicità dell’arrivo, a salutare ed abbracciare i compagni di viaggio, e a fare qualche foto di rito.

    Tappa 6 – 6 Agosto Santiago de Compostela – Tempo liberoa disposzione dei pellegrini e opportunità di arrivare a Finis Terre con Bus. Da prenotare prima. Colazione e Cena in Hotel

    Tappa 7 – 6 Agosto Santiago de Compostela – OportoPartenza verso le ore 12.00 per Oporto. Imbarco sul volo TAP delle ore 15.10 in direzione di Roma. Arrivo previsto a Roma 23.35

  • TUI – Albergue Villa San Clemente TAPPA 1 – 31 LUGLIO
    http://www. http://villasanclemente.es/

    O Porrino – Alojamiento Camino Portugues TAPPA 2 – 1 AGOSTO
    http://www.alojamientocaminoportugues.com/

    Redondela – Santiago de Villavella TAPPA 3 – 2 AGOSTO
    http://www.redondelaalbergue.com/

    Pontevedra – Albergue Aloxa TAPPA 4 – 3 AGOSTO
    https://www.alberguecorredoiras.com/

    Padron – Albergue Corredoiras TAPPA 5 – 4 AGOSTO
    https://www.alberguealoxa.com/

    Santiago de Compostela – Hostel La Salle TAPPA 6 – 5 e 6 AGOSTO
    http://www.hostallasalle.com/

  • Quota individuale di partecipazione € 690,00
    Trasferimento per/da Roma € FQ
    Quota da Milano € 690,00
    Quota trasporto zaini pro die a collo € 3,00

    La quota comprende

    La quota comprende: Viaggio Aereo FCO-LIS-OPO . Trasferimenti Bus da Apt di oporto a Tui e da Santiago de Compostela a oporto. Alberghi per come dichiarati in programmo o Alberguein trattamento di Mezza Pensione. Assistenza Tecnica e Guida Spirituale. Assicurazione Medico-Bagaglio RC .
    La quota non comprende: Mance ed extra in genere, bevande alcoliche, spese personali e tutto quanto non viene menzionato nella dicitura “la quota comprende” Per confermare la partecipazione è necessario versare acconto 30% entro il 15 Aprile 2018

  • Il Cammino Portoghese da Tui è lungo 119km e viene suddiviso in 6 tappe, anche se è possibile farlo tranquillamente in 5.
    A differenza degli altri Cammini in Galizia, dove prevalgono boschi di eucalipto e campi dedicati al bestiame, qui è facile trovare anche coltivazioni di patate e vigne. Dopotutto la Galicia è famosa per la grande produzione di patate, tra l’altro squisite, e per la produzione di vino bianco d’altissima qualità, primo fra tutti l’Albariño.
    A rendere il camino un po’ difficile è il tanto asfalto, che sebbene si sviluppi in mezzo alla natura e al fresco del bosco, alla lunga potrebbe stancare i piedi del pellegrino.
    La segnaletica è davvero ottima. Il cammino è tracciato con le classiche frecce gialle e i mojon galiziani, che in quest’ultimo tratto recano anche impressi i chilometri mancanti a Santiago. A meno che non si decida di partire col buio, perdersi è quasi impossibile.
    Di varianti importanti ce ne sono almeno tre:
    1. Nella prima tappa, una variante ci permette di evitare l’orribile zona industriale di O Porriño; lunga uguale al tratto tradizionale, si sviluppa su sterrato, sentieri, boschi e un po di strada.
    2. Nella quarta tappa, all’altezza di Pontevedra, si può deviare dal tragitto classico e percorrere la variante espiritual, anch’essa ben segnalata e molto frequentata. In tre tappe, di cui una in barca, si raggiunge Padrón e ci si riallaccia al Cammino Portoghese tradizionale.
    3. Nella quinta tappa, a Pontecesures, una deviazione di circa 5km permette poi di raggiungere Padrón passando per il bel Convento francescano di Herbón.
    I dislivelli sono minimi e non rappresentano una reale difficoltà per il pellegrino. Il punto più alto è infatti di soli 250 metri; per il resto si rimane quasi sempre al di sotto dei 100m.
    I canonici paesi di fine tappa – O Porriño, Redondela, Arcade, Pontevedra, Caldas de Reis e Padrón – sono tutti grandi e dotati di ogni genere di servizio, compresi supermercati e presidi medici.
    Gli albergue, spesso nuovi e moderni, rispondono alle esigenze di tutti, con cucina attrezzata, Wi-Fi, e spesso lenzuola pulite.
    Per mangiare puoi tranquillamente approfittare del menù del pellegrino o menù del giorno, che con circa 10€ ti da primo, secondo, contorno, pane, dolce e bibita.
    Possiamo quindi affermare che il Cammino Portoghese da Tui è una sfida che tutti sono in grado di affrontare, anche quelle persone con poca preparazione fisica e alla prima esperienza.

  • Le date a lato sono riferite a partenze individuali:

    LE PARTENZE DI GRUPPO DALLA CALABRIA SONO LE SEGUENTI:
    25/29 GIUGNO – 17/21 LUGLIO – 10/14 SETTEMBRE

     1 Giorno

    Italia –Lourdes – Raduno dei partecipanti presso i luoghi convenuti e partenza da Lamezia o da Napoli a seconda dell’operatività dei voli. Disbrigo delle formalità d’imbarco e partenza. Arrivo all’Aeroporto di destinazione. Trasferimento a Lourdes. Assegnazione delle camere riservate. Raduno del gruppo per il saluto alla Grotta. In serata Celebrazione della Santa Messa di apertura del Pellegrinaggio. Rientro in Hotel Cena e pernottamento.

    Dal 2 al 4 Giorno

    Durante i giorni di permanenza a Lourdes sarà possibile vivere insieme la Via Crucis sulla collina dell’Espelugues. Partecipazione quotidiana alla S.Messa presso il Santuario. Possibilità di fare il bagno alle piscine, o il gesto alternativo previsto durante i lavori di sistemazione delle piscine. Partecipazione alla Processione Eucaristica e alla Processione mariana aux flambeau; Visita ai luoghi di Bernadette (Museo – Mulino di Boly o Casa Natale – Cachot – Chiesa parrocchiale).

    5 Giorno

    Lourdes: Sveglia – Prima colazione. Raduno per la partecipazione del gruppo alla Messa Internazionale presso la Basilica sotterranea San Pio X. Foto di gruppo. Pranzo.Trasferimento in aeroporto, disbrigo delle formalità d’imbarco e partenza per Lamezia. Ritiro Bagagli e fine dei serivizi.

    N.B. Il programma è soggetto a variazioni, per esigenze organizzative, anche, legate alle funzioni del Santuario

  • DOCUMENTI:

    a decorrere dal 26 giugno 2012, per l’attraversamento delle frontiere, tutti i minori italiani dovranno essere muniti di documento di viaggio individuale (passaporto oppure, qualora gli Stati attraversati ne riconoscano la validità, carta d’identità valida per l’espatrio o altro documento di viaggio equipollente).

    Per chi fosse in possesso di carta d’identità cartacea o elettronica con timbro o foglio di proroga, consigliamo vivamente di rifare il documento in quanto potrebbero verificarsi respingimenti al momento della partenza. La nostra organizzazione non si assume alcuna responsabilità per negato imbarco, la validità dei documenti d’identità è a carico esclusivo del singolo passeggero.

    BAGAGLIO:

    A bordo è consentito un solo bagaglio a mano che non superi i 8 Kg di peso e la cui somma (altezza, lunghezza e profondità) non superi i 115 cm. Nel bagaglio a mano non devono essere trasportati liquidi e oggetti taglienti , possono essere inseriti nel bagaglio da spedire (da stiva) che non deve superare i 20 Kg. Sono considerati oggetti taglienti: forbicine, pinzette e limette per unghie. Sono considerati liquidi: dentifricio, creme, saponette, mascara ecc… I medicinali, anche se liquidi, potranno essere portati a bordo se accompagnati da ricetta medica. Chi volesse portare nel bagaglio a mano liquidi dovrà attenersi scrupolosamente alle norme per il trasporto dei liquidi: I liquidi dovranno essere contenuti in singoli recipienti con capacità massima di 100 ml ciascuno. Dovranno essere trasportati in buste di plastica trasparenti e richiudibili della capacità massima di 1 litro per passeggero. (Massimo 10 bottigliette da 100 ml ognuna ).

    TELEFONO:

    Dall’Italia per la Francia: 0033 + prefisso senza lo 0 + numero dell’abbonato francese. Dall’estero per l’Italia: 0039 + numero dell’abbonato italiano (compreso il prefisso).

    CLIMA E ABBIGLIAMENTO:

    La particolare area geografica in cui si colloca la cittadina di Lourdes, lungo il fiume, ai piedi dei Pirenei, la rende spesso piovosa e soggetta a mutamenti climatici. Consigliamo pertanto, indipendentemente dalla stagione, di portare un capo pesante, un impermeabile, un ombrello e scarpe comode.

    FUSO ORARIO:

    L’ora corrisponde a quella italiana in tutti i mesi dell’anno.

    VALUTA:

    Dal 1° gennaio 2002,in Francia è in vigore l’euro.

    ASSISTENZA SANITARIA:

    Raccomandiamo di portare con se la nuova tessera sanitaria. Chi ne fosse sprovvisto, contatti la propria ASL di appartenenza.

  • ORARI SANTUARIO PERIODO INVERNALE

  •  ISRAEL FOR SCHOOL ©  
    UNA PROPOSTA EDUCATIVA PER I GIOVANI DEL TRIENNIO DELLE SCUOLE SUPERIORI

    Le ragioni della proposta

    Carissimo dirigente scolastico, docenti, studenti e genitori,
    Ecos Viaggi Tour Operator è lieto di potervi proporre, in collaborazione con l’Ente del Turismo Israeliano, una valida esperienza educativa attraverso un itinerario di viaggio in Israele. Considerando i piani di studio dei trienni delle scuole superiori, sappiamo che la realtà storica e culturale del Novecento in Italia e nel mondo ne fa parte integrante e sostanziale. La complessa vicenda storica del secolo scorso ha conosciuto drammatici eventi di rifiuto e di intolleranza, connotati da violenze senza precedenti, seguiti però anche da tentativi ed esperienze di rinascita e di dialogo fra popoli e culture tali da ispirare nuova speranza per le generazioni future. Non a caso la Giornata della Memoria, deliberata all’ unanimità dal Parlamento italiano, allinea il nostro paese alla più ampia comunità internazionale nel promuovere e sostenere l’impegno di quanti intendono non spegnere mai la luce della conoscenza sugli orrori della Shoà e sugli stereotipi e pregiudizi che hanno contribuito a renderla possibile.

    Consapevoli che pregiudizi e stereotipi nascono e persistono nella mancanza di informazione e di approfondimento culturale, con il viaggio di studio

    “Discover Israel”

    Ecos Viaggi Tour Operator si propone di promuovere fra i giovani un approccio documentato e informato a una delle realtà contemporanee più interessanti e istruttive, troppo spesso oggetto di analoghi pregiudizi e stereotipi.

    Con la collaborazione di:

     

     

     

     

     

     

  • 1° giorno

    Gerusalemme: Monte degli Ulivi. Vista panoramica della Città Vecchia di Gerusalemme e dell’antico cimitero ebraico.
    Tour della Città Vecchia: Torre del Museo di Davide, che propone la storia di Gerusalemme, alla Cittadella, Muro Occidentale: il luogo più sacro dell’ebraismo

    Quartiere ebraico ricostruito con l’antica sinagoga sefardita e Cardo, Parco Archeologico di Gerusalemme agli scavi del Muro meridionale e centro turistico “Davidson”, con il modello digitalizzato di Gerusalemme nel periodo del Secondo Tempio,Tunnel del Muro Occidentale,Quartiere cristiano e chiesa del Santo Sepolcro, Mercato arabo (Suk) della Città Vecchia di Gerusalemme

    2° giorno

    Gerusalemme: Città nuova: Yad Vashem: Memoriale Nazionale e Museo dell’Olocausto con il nuovo museo storico, la valle delle comunità, la sala delle rimembranze e il memoriale dei bambini, Museo di Israele, con le mostre d’arte, arte ebraica, archeologia, i Rotoli del Mar Morto, e il modellino del Secondo Tempio di Gerusalemme,Tour del Complesso Governativo, tra cui lo Knesset (il Parlamento Israeliano) e la nuova sede della Corte Suprema. Centro di Gerusalemme: una passeggiata per Ben Yehuda Street e Nachlat Shiva, quartiere di negozi, caffè e gallerie

    3° giorno

    Tel Aviv – Il Porto. Tel Aviv moderna e Jaffa antica:Tour di Jaffa, l’antico porto con il quartiere degli artisti, nella rinnovata Città Vecchia.

    White City, Patrimonio dell’Umanità Unesco, con gli edifici del periodo Bauhaus, e il palazzo dell’Indipendenza dove Ben Gurion dichiarò l’indipendenza di Israele nel 1948. Osservatorio di Azrieli, al 49mo piano della Torre di Azrieli, uno dei più alti edifici del Medio Oriente, per una spettacolare veduta panoramica di Tel Aviv. Scene di Tel Aviv: Sheinkin Street, la strada degli “yuppies”; mercato all’aperto di Carmel, frutta, verdura e abbigliamento; passeggiata pedonale di Nachlat Binyamin. Luoghi della vita notturna di Tel Aviv, compreso il Porto.

     

    4° giorno

    Costa Mediterranea: Parco Nazionale di Cesarea: i resti della Capitale Romana e della città Crociata. Tour del teatro romano, ippodromo e passeggiata lungo l’area del porto.

    Visita a “Cesarea Experience”, la presentazione digitalizzata della storia cittadina. Haifa, la terza città israeliana per grandezza: tour della città compresi i Giardini e il Tempio di Bahai, centro mondiale della fede Bahai, la vista panoramica della città e della baia da Luis Promenade, il quartiere della Colonia Tedesca ristrutturato.

    Akko: Patrimonio dell’Umanità Unesco, il porto fenicio e crociato, tour della vecchia città fortificata compreso il porto dei pescatori, il bazar e l’hammam turco.

    5° giorno

    La Galilea e Tiberiade: Nazareth, la città dove Gesù trascorse l’infanzia, con la basilica dell’Annunciazione, il Pozzo di Maria e la chiesa di San Giuseppe. Monte delle Beatitudini, tradizionale scenario al Discorso della Montagna di Gesù. Riserva naturale di Hula, ultima rimanenza dell’antica palude, ricca di una grande varietà di flora e fauna.Attività sportive sul Mar di Galilea (Kineret).

    6° giorno

    Mar Morto: Qumran, le rovine del villaggio degli Esseni, la corrente mistica degli ebrei Zeloti, nelle cui caverne vennero rinvenuti i Manoscritti del Mar Morto. Massada: le rovine della fortezza di Erode, ultima roccaforte della rivolta ebraica contro Roma del 73 d.C., accessibile tramite funivia. Tour del Kibbutz di Ein Gedi con le sue strutture turistiche, tra cui la locanda, l’orto botanico, e la spiaggia. Parco delle antichità di Ein Gedi, con le rovine del villaggio esseno e una sinagoga del periodo bizantino. Relax sul Mar Morto ad Ein Bokek: struttura turistica salutare e centro di trattamenti con i fanghi del Mar Morto.

    7° giorno

    Eilat: Parco di Timna, sede delle antiche miniere di rame, oggi parco geologico, con il lago, i sentieri per le escursioni, le spettacolari formazioni rocciose, tra cui i Pilastri di Salomone, e altre attrattive turistiche. Tour di Eilat, la città più meridionale di Israele, che comprende l’Osservatorio Subacqueo e Parco Marino con il museo sottomarino, l’acquario, l’oceanario, e le vasche degli squali; la spiaggia dei Delfini, con l’opportunità di nuotare e immergersi con i delfini ed osservare il loro addestramento; le immersioni nelle acque del Mar Rosso; crociera sul Mar Rosso; Centro del Bird Watching; escursione in cammello ed ospitalità beduina; escursione in jeep; parco biblico dei divertimenti di King’s City.

  • E’ da più di 10 anni che offriamo esperienze di viaggio in Israele a centinaia di persone e registriamo sempre grande soddisfazione ma è ovvio che è inutile nascondere che attualmente esistono delle forti tensioni e dei conflitti nei paesi del Medio-Vicino Oriente e del Nord Africa, soprattutto in Siria, Libia e Iraq.

    La situazione che riguarda Israele, per quanto geograficamente circondato da tali situazioni instabili e conflittuali, è del tutto differente dal punto di vista politico ed economico. Lì non ci sono infiltrazioni o tentativi da parte dell’Isis di entrare nel territorio israeliano e non si registrano situazioni di pericolo specifiche per le minoranze cristiane nè tantomeno per i viaggiatori, che sono sempre particolarmente benvenuti.

    La Farnesina non vieta né sconsiglia i viaggi in Israele. Per questo motivo, i nostri viaggi evitano il soggiorno in aree a rischio (Striscia di Gaza, Golan) e prendono tutte le precauzioni necessarie a minimizzare i rischi e a garantire il maggior livello di sicurezza possibile, in modo da consentire la scelta responsabile di parteciparvi. Questa precisazione nasce dalla consapevolezza della grande influenza negativa che hanno le notizie che appaiono sui “media” riguardo Israele, creando grande allarmismo e paure eccessive. La storia del lungo conflitto israelo-palestinese ci ha mostrato che quella terra è da secoli contesa e che dunque certe tensioni accompagneranno sempre il viaggiatore ed il turista. Eppure riteniamo che ci sono le condizioni di massima sicurezza per partire anche perché mai in Israele i turisti sono stati attaccati (diversamente da altri paesi vicini ad alta vocazione turistica). I proverbiali controlli di sicurezza israeliani sia in aeroporto che nel territorio ci permettono di dire che forse non c’è paese al mondo più “sicuro” di Israele riguardo possibili attacchi terroristici.

  • 1 Giugno: ITALIA – ISRAELE

    Partenza dai luoghi designati in Calabria. Consegna del materiale di Viaggio da parte del nostro assistente tecnico che seguirà il gruppo per tutto il viaggio. Procedure di controllo a Napoli Capodichino. Operazioni di Check in e partenza alle 14.30 con volo EY 4849 per Tel Aviv – Bengurion. Arrivo a Tel-Aviv ore 18.40. Controllo passaporti. Incontro con l’autista e trasferimento in bus privato. Prosieguo per Nazareth. Arrivo in serata in Hotel, (Mayaan Rimonim o similari)e sistemazione. Trattamento di pensione completa.

    2 Giugno: HAIFA-MONTE TABOR-NAZARETH

    Trattamento di pensione completa. In mattinata partenza per Haifa con visita al Monte Carmelo, Stella Maris. Proseguimento per il monte Tabor. Basilica della Trasfigurazione. Proseguimento per Nazareth e Pranzo. Visita di Nazareth: Basilica dell’Annunciazione, (Santa Messa) la Casa di S. Giuseppe, la Fontana della Vergine, il mercato arabo, la Sinagoga, il Museo Francescano.

    3 Giugno: CANA-TIBERIADE

    Trattamento di Pensione completa. Partenza per Cana e Visita. Lago di Tiberiade. Visita di Tabga, santuario della Moltiplicazione dei Pani e dei Pesci. Chiesa del Primato. Proseguimento per Cafarnao per la visita degli scavi e del Memoriale di S. Pietro. Visita del Monte delle Beatitudini. Messa e pranzo. Pomeriggio: traversata del lago di Galilea in battello. Rinnovo delle promesse battesimali presso il Giordano. Rientro in Albergo. Cena e pernottamento

    4 Giugno: JORDAN VALLEY– GERICO – BETLEMME

    Trattamento di pensione completa. Partenza per la Valle del Giordano. Visita di Qumran. Visita panoramica di Gerico, Monastero della Quarantena e pranzo. Monastero di S. Giorgio in Kotziba. Wadi Kelt. Messa a Betania o altro luogo. Proseguimento per Betlemme o Gerusalemme a seconda della sistemazione in Albergo. Cena e pernottamento.

    5 Giugno: EIN KEREM—BETLEMME

    Trattamento di pensione completa. Visita di Ein Kerem, Santuario della Visitazione e della Nascita di San Giovanni Battista. Prosieguo per Betlemme, visita della Basilica della Natività, Grotta del Latte, Visita del campo dei pastori Messa e Pranzo. In serata incontro con il personale del Caritas Baby Hospital di Betlemme.

    6 Giugno: GERUSALEMME

    Trattamento di pensione completa. Intera giornata dedicata alla visita di Gerusalemme. Monte degli Ulivi, Betfage, la Chiesa del Pater Noster. Il Dominus Flevit, il Giardino del Getsemani, Basilica dell’Agonia. Pranzo. Visita al monte Sion, alla basilica della Dormizione, tomba di Davide, cenacolo. Muro Occidentale o del Pianto. Rientro in Albergo. Cena e Pernottamento.

    7 Giugno: GERUSALEMME

    Trattamento di pensione completa Città vecchia. Muro del pianto, Piscina Probatica, la basilica di S. Anna, la Flagellazione, Via Dolorosa, mercato arabo, Calvario, S. Sepolcro. Cardo massimo. Pranzo. Pomeriggio a disposizione del Pellegrini. Santa Messa. Rientro in Albergo. Cena e Pernottamento.

    8 Giugno: GERUSALEMME – ITALIA

    Colazione – Tempo a disposizione die pellegrini , Visita di Niccopolis-Emmaus- Messa – Prosieguo per Jaffa. Visita e prosieguo per l’Aeroporto di Tel Aviv – procedure di controllo. Operazioni di Check in e imbarco partenza per l’aeroporto di destinazione con volo EY4850 delle ore 19.40 con arrivo a Napoli alle 22.05. Rientro in Calabria. Fine dei servizi.

  • Documenti in Israele :

    Ai cittadini italiani (adulti e minori) è richiesto il passaporto individuale regolarmente bollato con validità residua di almeno 6 mesi oltre la data di partenza. Si consiglia comunque di far riferimento alla Questura per ulteriori informazioni. Non è previsto alcun rimborso per chi si presentasse alla partenza con un documento scaduto o non valido.

    Visto in Israele

    Necessario solo per soggiorni superiori ai 90 giorni. Consigliamo di non avere sul passaporto timbri e/o visti di Paesi quali: Siria, Yemen, Iran, Libano, Libia. All’arrivo a Tel Aviv si può richiedere di NON apporre il timbro sul passaporto, dicendo ‘NO STAMP PLEASE’: resta comunque a discrezione del poliziotto di frontiera.

    Sicurezza

    I controlli per la sicurezza vengono eseguiti regolarmente e in maniera accurata sia in Italia che in Israele alla partenza, per garantire protezione e incolumità. Le autorità israeliane apprezzeranno la vostra pazienza e comprensione. Ricordiamo a tutti i nostri passeggeri in rientro da Tel Aviv che all’aeroporto di Ben Gurion, prima di accedere al banco della compagnia aerea, esiste un controllo supplementare a cura della Sicurezza Israeliana Aeroportuale. Tale controllo consiste in una intervista personale sul pellegrinaggio appena svolto: a norma di questo regolamento è normalmente impedito al nostro assistente locale di assistervi. Se non parlate inglese il personale della sicurezza israeliana interagirà con voi o attraverso un interprete o attraverso l’ intervista scritta e tradotta in italiano alla quale potrete rispondere semplicemente con dei cenni non verbali. Dopo aver terminato questo controllo, che talvolta prevede l’apertura del bagaglio, potrete trasferirvi al banco della compagnia aerea, procedere alla spedizione del bagaglio ed accedere all’area dell’imbarco.

    Bagaglio

    Da stiva: 20 kg. A Mano: di norma è consentito portare un bagaglio a mano le cui dimensioni totali non potranno superare cm 115 e dal peso massimo di 7 Kg.

    Clima e Abbigliamento

    Pur trattandosi di un’area relativamente piccola, la morfologia del territorio e, di conseguenza, le condizioni climatiche variano da regione a regione: da estati umide e inverni miti sulla costa si passa a estati secche e inverni moderatamente freddi nelle regioni collinari, come Gerusalemme, mentre nelle aree al di sotto del livello del mare (lago di Tiberiade, Mar Morto) il clima è sempre più caldo e secco. Consigliamo di portare abbigliamento pratico e sportivo (tra gli altri scarpe comode, soprabito e/o impermeabile, cappellino, ecc) a seconda della stagione. L’ingresso ad alcuni luoghi sacri (di tutte le religioni) è vietato a chi non indossa abiti adeguati.

    Lingua

    Israele ha il privilegio di ospitare una popolazione molto varia di provenienze etniche, culturali e sociali diverse. Le lingue ufficiali ed obbligatorie nelle scuole sono l’ebraico (Israele), l’arabo e l’inglese. Il francese, lo spagnolo, il tedesco, l’italiano, lo yiddish, il russo, il polacco e l’ungherese sono lingue molto diffuse.

    Cibi

    Per coloro che necessitano di diete particolari, soffrono di intolleranza od allergie consigliamo di provvedere a portarsi il necessario, in quanto non sempre e dovunque sarà possibile esaudire le diverse richieste.

    Programma di viaggio

    Il programma potrebbe subire delle variazioni per ragioni logistiche. Sarà fatto il possibile per garantire l’intero svolgimento del programma e di tutte le visite, che potranno subire modifiche di ordine cronologico e salvo casi di forza maggiore (ordine pubblico, motivi di sicurezza, etc.). Il programma prevede la celebrazione, ove possibile, giornaliera della Santa Messa durante l’itinerario.

    Betlemme e territori palestinesi

    Con la recente situazione politica in Israele, occorre differenziare il territorio israeliano vero e proprio e la Cisgiordania. Betlemme è sito in Cisgiordania ed è stata aperta una frontiera per accedervi: il che potrebbe procurare ai gruppi in pernottamento a Betlemme qualche disagio nel muoversi per le visite al di fuori della città, in quanto per uscire e rientrare dai territori occorre il passaggio tramite la frontiera, con relativo controllo dei documenti e dei bagagli. I tempi di frontiera non sono prevedibili in alcun modo. Tassativo avere sempre con sé il passaporto.

    Valuta in Israele

    La moneta ufficiale in Israele è il Nuovo Shekel (NIS) Acquisti di merci o servizi possono essere pagati in Dollari o in Euro. Le carte di credito sono accettate nei negozi, nei ristoranti e negli alberghi.

    Telefoni in Israele

    In Israele i telefoni pubblici funzionano con le schede telefoniche in vendita presso uffici postali, edicole, chioschi, bar. Il prefisso internazionale per chiamare Israele è 00972. Il prefisso per chiamare l’Italia da Israele è 0039
    Fuso orario in Israele
    Un’ora in più rispetto all’ora solare italiana.
    Mance

    Le mance sono obbligatorie i Terra Santa. È buona consuetudine, a fronte di un buon servizio, lasciare una mancia all’autista, nei ristoranti, negli alberghi e per il facchinaggio. Generalmente, vengono richieste in loco ai partecipanti, ma nel caso specifico, sono incluse nel pacchetto e corrispondono ad €30.00 per persona. Il nostro assistente o la guida si occuperà di consegnarle alle persone interessate.

    Shopping

    E’ una consuetudine consolidata prevedere 2 fermate “Shopping” a discrezione dell’autista: l’acquisto è chiaramente facoltativo e non compromette lo svolgimento del programma

    Apparecchi elettronici in Israele

    La corrente elettrica viene erogata ovunque a 220 volt. Le prese sono come quelle europee sono adattabili a quelle italiane purché prive del connettore centrale (la terra). Altrimenti consigliamo di procurarsi un adattatore universale.

    Lingua

    Le lingue ufficiali ed obbligatorie nelle scuole sono l’ebraico, l’arabo e l’inglese.

    Vaccinazioni
    Nessuna vaccinazione è obbligatoria.
    Festività

    In Israele le festività sono legate alla religione ebraica. Il giorno festivo è il sabato: ogni attività termina il venerdì pomeriggio in base all’orario dello Shabbat e riprende la domenica mattina. Per i musulmani il giorno festivo è il venerdì. Per i cristiani il giorno di festa è la domenica.

  •  CROCIATA DI PREGHIERA PER LA CONSACRAZIONE DELLA CHIESA
    A SAN MICHELE ARCANGELO 

    Il Vangelo ci ricorda di pregare intensamente senza stancarsi.

    Sappiamo quanto importante sia la preghiera e quale efficacia può avere sulla vita e nelle scelte concrete di ciascuno di noi.

    In tantissime apparizioni mariane la Vergine SS.ma raccomanda la preghiera del Santo Rosario, l’Adorazione Eucaristica e, al primo posto, la Santa Messa. Non possiamo dirci cristiani, se Cristo Eucaristia non è al centro della nostra vita.
    I tempi che stiamo vivendo non sono semplici, gli uomini sembrano aver perso la bussola e vagano come disperati in cerca di una felicità che sulla terra è difficile conquistare.

    La Madonna promette una felicità eterna che costruiamo già a partire su questa terra con la fedeltà al Vangelo e all’amore di Cristo.

    La proposta che segue nasce da una intuizione di Madre Rosaria della Carità, una donna impegnata nel mondo del lavoro come stilista e creatrice di moda. Ad un certo punto della sua vita è stata chiamata dal Signore nel cammino del movimento carismatico italiano. Poi durante un pellegrinaggio a Medjugorje, la Mamma celeste l’ha accompagnata nella esperienza della maternità di Dio e in una comunione più radicata con il Signore Gesù e la Parola di Dio. Questo l’ha portata a rinunciare ad ogni prestigio e guadagno nel mondo e a tutto ciò che lo riguarda, per consacrare la sua vita totalmente al Signore. In seguito, nell’anno 1986, mettendo in pratica gli inviti di Maria Regina della Pace, Madre Rosaria ha cominciato a fondare gruppi di preghiera nei quali, col tempo, si sono presentati diversi giovani con il desiderio di consacrare la loro vita al Signore in risposta alla grazia ricevuta. Nel cammino di conversione, l’esperienza dell’amore divino ha fatto sì che i cuori scoprissero il dono del santo Battesimo, la chiamata alla santità, il dono e la bellezza della vita nello spirito e hanno trovato la forza di fare una scelta di vita concreta. Con questo fondamento, dal 1995 in poi, ha formato un gruppo di giovani che ha iniziato a vivere insieme la vita comune sotto la guida di Madre Rosaria, alcuni sacerdoti in Italia e di P.Slavko a Medjugorje. Dallo stesso anno la piccola comunità è presente nella terra santa e benedetta di Medjugorje, svolgendo il servizio dell’animazione liturgica in collaborazione con la parrocchia.


    Questa proposta è dunque per pellegrini che non si spaventano della preghiera e sanno offrire tempo a Dio.

  • Domenica 18 Febbraio 2018
    Ore 4.00 Partenza dallo svincolo autostradale di Sant’Onofrio. Soste lungo il percorso per il carico dei passeggeri.
    Arrivo a Monte Sant’Angelo –
    10.15 S.Rosario
    11.00 S.Messa del santuario
    11.45 S.Rosario
    12.30 pranzo e riposo
    14.45 Esposizione del SS.Sacramento presso la grotta e coroncina della Divina Misericordia e Rosario
    17.30 S.Messa presieduta dal direttore del Pellegrinaggio, don Salvatore Danilo D’Alessandro seguita da un momento di ringraziamento
    19.00 cena
    20.30 Auditorium della Casa del Pellegrino momento di canto animati e catechesi “Come vivere da veri cristiani”
    22.00 riposo

    Lunedì 19 Febbraio 2018
    04.00 Esposizione del SS.mo Sacramento e preghiera di Adorazione
    8.00 colazione
    08.45 S. Rosario presso la grotta
    09.30 Santa Messa al Santuario
    10.15 S.Rosario
    11.00 S.Messa
    11.45 S.Rosario
    12.30 pranzo
    14.00 Congedo e saluti. Partenza e rientro per la Calabria
    Durante il viaggio di rientro si pregherà la coroncina della Misericordia e S.Rosario, seguiranno le testimonianze.
    Fine del programma

  • Monte Sant’Angelo – HOTEL CASA DEL PELLEGRINO

    http://www.hotelcasadelpellegrino.it/

  • Quota individuale di partecipazione € 100,00
    Supplemento singola € 30,00

    La quota comprende

    La quota comprende: Bus GT per tutta la durata del percorso.  Assistenza Tecnica e Guida Spirituale. 1 Pensioni completa in camera doppia o tripla presso la Casa del Pellegrino (Cena-Colazione-Pranzo) con acqua e vino al tavolo. Assicurazione RC .

    La quota non comprende: Mance ed extra in genere, bevande alcoliche, spese personali e tutto quanto non viene menzionato nella dicitura “la quota comprende” Per confermare la partecipazione è necessario versare acconto 30% entro il 10 Gennaio 2018